ComunicazioneNewsReport

Advertising in Italia, nel 2019 il sorpasso dell’online sulla tv

di Pier Luca Santoro

L’Internet advertising è in fermento e il “Global Entertainment & Media Outlook 2019 – 2023” di PWC prevede ricavi per il settore in crescita del 3.5% (il maggior incremento in punti percentuali con un’incidenza dal 12.3% del 2018 al 15.8% nel 2023). Di impatto anche i dati riguardanti l’Italia con il previsto storico sorpasso degli investimenti pubblicitari online su quelli in televisione. A livello globale, entro il 2023 i marketer destineranno più del 50% dei loro budget alla pubblicità digitale, e l’advertising online è già il segmento pubblicitario più ampio, rappresentando nel 2018 il 40.6% di tutte le entrate pubblicitarie.

Nel 2018 i ricavi pubblicitari Internet mobile hanno superato per la prima volta i ricavi pubblicitari derivanti dalla rete fissa. Il mobile video Internet advertising sta diventando sempre più rilevante grazie a: continua attenzione verso i video da parte delle mobile social platforms, progressiva diffusione degli out stream video inventory sui siti e le app degli editori, aumento del consumo di video da mobile supportato da una connettività sempre più veloce e affidabile.

In questo scenario, le social media platform stanno guidando la crescita della componente mobile display e rappresenteranno il 72% del totale delle entrate globali del segmento Internet display advertising con un CAGR del +11.6%.

In specifico riferimento all’Italia, il 2019 dovrebbe essere l’anno in cui anche nel nostro Paese l’adv online, comprensivo di social advertising e paid search, supererà gli investimenti pubblicitari in televisione, con una crescita complessiva dell’8.56% a fine 2023 rispetto alla chiusura del 2018.  Dinamiche distinte al suo interno.

Secondo PWC la search a pagamento, o SEM che dir si voglia, dovrebbe addirittura veder calare gli investimenti, seppur di poco [- 0.16%], passando dai 700 milioni di dollari del 2018 ai 695 del 2023, per quanto riguarda la rete fissa, mentre il mobile paid search advertising crescerebbe addirittura del 19.31%, passando dai 301 milioni del 2018 a 727 milioni nel 2023.

In crescita anche tutti gli altri segmenti, con il mobile internet adv che rappresenta già oggi il segmento maggiore, e per il quale è prevista una crescita del 15.27% a fine 2023 rispetto al consolidato del 2018. Nel 2023, se le previsioni saranno confermate, il mobile adv peserà il 53.4% di tutti gli investimenti online nel nostro Paese.

A Febbraio 2019 è stato annunciato un accordo tra Waze, il navigatore di Google, e WPP, per la creazione di una piattaforma pubblicitaria progettata per indirizzare gli automobilisti verso i punti vendita attraverso avvisi on the road. Ulteriore elemento di impulso, congiuntamente con i social ads, alla crescita del mobile advertising.

L’infografica sottostante fornisce il dettaglio del trend dei due principali segmenti dell’advertising online in Italia.

Vuoi saperne di più?

Possiamo aiutare il tuo brand a comunicare le storie più rilevanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment