BrandNews

Ci sono brand che si raccontano sussurrando: parliamo di ASMR

di Chiara Laterza

In un’epoca in cui è sempre aperta la sfida ai brand che urlano i loro prodotti in maniera più efficace, c’è chi invece decide di sussurrare il proprio messaggio in una maniera convincente e sensuale.
Parliamo di ASMR, ovviamente, e di quella sensazione di formicolio che pervade tutto il corpo quando qualcuno ci bisbiglia qualcosa all’orecchio. Avete presente? Si tratta dell’Autonomous Sensory Meridian Response, in italiano Risposta Sensoriale Apicale Autonoma e più comunemente definito come “orgasmo del cervello”.

 

ASMR

Ma andiamo per ordine: l’ASMR è diventato un fenomeno digitale dopo che alcuni youtuber hanno iniziato a creare dei video in cui, tramite l’utilizzo di microfoni altamente sensibili che permettono la registrazione binaurale, il protagonista diventava il suono, il rumore di un oggetto, soffi, scrocchi e fruscii prodotti dalle labbra o dalle dita.

Una nicchia per pochi si direbbe, di quegli strambi che si addormentano meglio con i rumori bianchi in sottofondo come me. E invece no, visto che parliamo di un target che tutti cercano di coinvolgere: giovanissimi uomini e donne dai 18 ai 24 anni interessati principalmente a contenuti di beauty e fitness*.

Per alcuni la visione di questi video è un momento di relax totale, di calmieratore di ansie e quindi di piacere assoluto tanto che spesso Youtube classifica contenuti del genere come “per soli adulti” e la prima campagna ASMR realizzata nel 2015 in Cina era corredata da una landing page in cui gli utenti potevano tener traccia della loro frequenza cardiaca così da verificare lo stato di rilassamento ed eccitazione.

 

I brand

E i brand? Ovviamente non potevano non cogliere questo trend ed ecco quindi comparire video e podcast dedicati proprio a questa pratica.

Si tratta di marchi che con questi contenuti rievocano sensazioni e esperienze di benessere e che spesso per i loro branded content si affidano a creators già esperti del settore. In Italia la più famosa youtuber del genere è Chiara ASMR, detta anche “la donna che sussurra al web”: con 715  mila iscritti al canale, Chiara produce dei particolarissimi video a tema make up e ora si prepara per l’uscita del suo primo libro sul tema. 

Parlando di brand, il più famoso esperimento è forse quello di Lush che già nel 2017, con il coinvolgimento della famosa ASMR youtuber “ASMR Darling” (2.5 Mln di follower), ha realizzato una serie di video in cui sono presenti tutti i principali triggers uditivi e visivi associati a cosmetici e prodotti di bellezza best seller.

Segue per fama “Oddly IKEA” in cui l’azienda svedese si rivolge a tutti coloro che hanno voglia di relax proponendo un ASMR in cui a farla da padrone è il suono del palmo della mano sulle lenzuola pulite, lo spiumaccio di un cuscino morbido e una voce bassa ma limpida che descrive ogni gesto.

Sull’ASMR KFC ha invece creato proprio un format dal nome KFChill: immaginate una foresta tropicale dove a farvi compagnia è solo lo scorrere della pioggia battente sulle foglie e cedete alla tentazione di lasciarvi trasportare. Bene, questo suono è esattamente uguale allo sfrigolio dell’olio in padella che usiamo per friggere le nostre alette di pollo preferite.

 

Da noi

In Italia, dobbiamo aspettare il 2019 per avere la prima campagna ASMR di un brand: a realizzarla è stata Coccodì che, attraverso il suono e la bella scelta del titolo “Sound EGGsperience”, aveva come obiettivo non tanto quello di rilassare e calmare i propri utenti, quanto quello di dimostrare la freschezza del prodotto.

ASMR: i numeri

Rifuggite l’idea di una tendenza di nicchia. Parliamo di oltre 5.3 milioni di contenuti ASMR su Youtube con un incremento delle ricerche del termine ASMR del 200% YoY dal 2015 ad oggi* per un trend che ha tutta l’aria di continuare, non propriamente sottovoce, la sua crescita.

Ho fatto ascoltare questi video anche ai miei colleghi in AGI Factory. Le reazioni? Simili a quelle che scatena la marmite: c’è chi lo odia, chi lo ama. E voi?

 

 

 

*Fonte dati: ThinkwithGoogle “ASMR videos are the biggest Youtube trend you’ve never heard of” https://www.thinkwithgoogle.com/consumer-insights/asmr-videos-youtube-trend/

Vuoi saperne di più?

Possiamo aiutare il tuo brand a comunicare le storie più rilevanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment