NewsReport

I social media nella comunicazione aziendale? Nel 2019 si usano così

di Pier Luca Santoro

Sono stati pubblicati in questi giorni i risultati dell’11esima indagine sull’utilizzo dei social in chiave corporate. Il rapporto “2019 Social Media Marketing Industry Report” – svolto a livello internazionale per l’11esimo anno da Social Media Examiner – ha coinvolto 4.859 rispondenti di 27 settori/mercati diversi, sia B2C che B2B, che lavorano in imprese da uno a oltre mille dipendenti, coprendo così tutto il range sia in termini di dimensioni aziendali che di specifici mercati.

Emergono dal report queste indicazioni:

  • Vi sono chiare indicazioni che i (social media) marketer stanno diversificando il loro mix di presenza sui social, e in parte si allontanano da Facebook, almeno per quanto riguarda la presenza organica. Infatti, per la prima volta negli ultimi cinque anni, Facebook perde quota e, pur restando sempre la piattaforma social più utilizzata, scende dal 67% del 2018 all’attuale 61%. Uno su dieci ridurrà la propria presenza organica sul social più popoloso del pianeta. Solamente il 51% dei rispondenti prevede di aumentare la propria presenza organica nel 2019. Era il 62% nel 2018;
  • Instagram si conferma come la piattaforma “hot” del momento. Il 73% dei marketer lo sta utilizzando contro il 66% del 2018. Instagram diviene così la seconda piattaforma social più utilizzata, e sorpassa LinkedIn. Ben il 69% del campione prevede di incrementare la propria presenza organica su Instagram nei prossimi 12 mesi;
  • L’interesse nei confronti dei BOT, e in particolare di quelli per Messenger, è in calo. Solo il 14% degli intervistati prevede di usarli. Era il 15% nel 2018;
  • Il mantra, finalmente, è l’engagement. Per la prima volta dal rapporto emerge come la principale domanda che i professionisti del marketing si pongono è relativa a come aumentare il livello di coinvolgimento del pubblico, delle persone;
  • Nell’era dei video cresce sensibilmente l’interesse nei confronti di YouTube, ma non solo. Ben il 71% dei rispondenti prevede di incrementarne l’uso nel 2019, e il 75% vorrebbe conoscere meglio questo social. Tra le piattaforme social di video YouTube resta la numero uno con il 57% dei marketer che la utilizzano. Sono comunque in forte crescita tutte le piattaforme social di video con, oltre a YouTube, ampio utilizzo dei live video e di quelli “nativi” caricati direttamente sulle piattaforme social, a cominciare da Facebook ed Instagram, naturalmente;
  • Meno presenza organica ma più advertising per Facebook. I social ads di Facebook, nei suoi diversi format, sono utilizzati dal 72% dei professional del marketing, e il 59% pensa di aumentare il livello di investimento per quest’area nei prossimi dodici mesi;
  • In generale, i benefici attesi e riscontrati nel social media marketing sono incremento dell’esposizione del brand (93% degli intervistati), incremento del traffico al proprio sito web (87%), e generazioni dei lead (64%);
  • Chi utilizza da poco per la propria comunicazione aziendale i social usa prevalentemente Facebook e Instagram. Chi ha una maggior esperienza invece, come sopra riportato, arricchisce il mix presidiando anche altre piattaforme social. Tra queste la meno utilizzata è Snapchat, che viene usata solamente dal 75% di chi opera nel B2C e dal 4% di chi invece opera nel B2B. Snapchat è anche il social meno interessate da conoscere per i marketer;
  • Esiste chiaramente un problema sulle metriche e sulla capacità di analisi. Solamente il 44% dei marketer ritiene di essere in grado di misurare i risultati della propria attività organica sui social. Ben l’86% del campione afferma di voler approfondire la conoscenza di strumenti basic quale Facebook Analytics, e l’89% quella di Google Analytics. Una grave carenza, quella della mancanza di esperienza di nalisi dei dati, alla base di ogni strategia di creazione e gestione della presenza sui social network.

Vuoi saperne di più?

Possiamo aiutare il tuo brand a comunicare le storie più rilevanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment