NewsReport

Cosa insegnano 912 milioni di post sull’efficacia del content marketing?

di Pier Luca Santoro

Backlinko ha analizzato ben 912 milioni di articoli per capire meglio il mondo del content marketing. In particolare sono stati esaminati in che modo fattori quali il formato dei contenuti, il conteggio delle parole e i titoli sono correlati alle condivisioni dei social media e ai backlink.

Questi gli 11 punti chiave emergenti dalla desk research, che come sottoprodotto, diciamo, ci insegnano, anche, che non bisogna mai fare una lista di dieci punti, a proposito di content marketing.

1. I contenuti long-form, gli articoli lunghi, approfonditi, ottengono mediamente il 77.2% in più di backlink. Pertanto, il contenuto long-form sembra essere l’ideale per l’acquisizione del backlink;

2. Quando si tratta di condivisioni social, i contenuti più lunghi superano decisamente quelli brevi dei blog. Tuttavia, sono stati riscontrate performance decrescenti per gli articoli che superano le 2mila parole;

3. La stragrande maggioranza dei contenuti online ottiene poche condivisioni e backlink dai social. In effetti, il 94% di tutti i post del blog ha zero collegamenti esterni;

4. Una piccola percentuale di “Power Posts” ottiene una quantità sproporzionata di condivisioni social. In particolare, l’1.3% degli articoli genera il 75% di tutte le condivisioni social;

5. Non è stata trovata praticamente alcuna correlazione tra backlink e social share. Questo suggerisce che c’è una scarsa sovrapposizione tra contenuti altamente condivisibili e contenuti che le persone linkano;

6. Titoli più lunghi Ottengono più condivisioni social. I titoli di una lunghezza tra 14 e 17 parole generano il 76.7% in più di condivisioni social rispetto ai titoli brevi;

7. I titoli che implicano delle domande [titoli che terminano con un “?”]. Questi infatti ricevono il 23.3% in più di condivisioni social rispetto ai titoli che non terminano con un punto interrogativo;

8. Non esiste un “giorno migliore” per pubblicare un nuovo contenuto. Le condivisioni social sono distribuite equamente per gli articoli pubblicati in giorni diversi della settimana;

9. Gli articoli con delle liste, come questo, sono molto più condivisi sui social media. Infatti, i “listicles”, gli articoli fatti di una lista ricevono in media il 218% in più di condivisioni rispetto agli articoli “how-to” e il 203% in più di condivisioni rispetto alle infografiche;

10. Alcuni formati di contenuto sembrano funzionare al meglio per l’acquisizione di backlink. Dalla desk research emerge che chiariscono il perché e il cosa, e le infografiche, hanno ricevuto il 25.8% di backlink in più rispetto ai video e agli articoli “how-to”;

11. Un articolo su un blog mediamente ottiene 9.7 volte più condivisioni di un post pubblicato su un sito B2B. Tuttavia, la distribuzione di condivisioni e collegamenti per editori, e contenuti, B2B e B2C sembra essere simile.

Infine, quando si creano dei contenuti, è necessario ricordarsi sempre che alcuni formati, quali ad esempio le infografiche, sono pronti per essere condivisi sui social media/network come Facebook e Twitter, mentre altri no.

Vuoi saperne di più?

Possiamo aiutare il tuo brand a comunicare le storie più rilevanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment