EventiNewsSocial

Who about communication: influencer marketing. Nano influencer: come gli anti-eroi di Instagram diventano strategici per i brand

di Giulia Vittoria Francomacaro

Gli Influencer sono ancora una risorsa imprescindibile o già una figura destinata a scomparire?
Di questa domanda si è dibattuto al #FactoryLab durante il quarto appuntamento con il ciclo di eventi Factory New(s) – Talk About Communication, approfondendo la W dedicata al Who (chi) – e in questo caso a lui: l’Influencer.

Può piacere o non piacere, ma è fuor di dubbio che il ruolo dell’influencer nel tempo è diventato determinante per le aziende. Questo utente seguitissimo, infatti, è chiamato dai brand a veicolare messaggi, creare contenuti ad hoc in linea con lo storytelling del singolo business e amplificare pareri. La caratteristica principale necessaria per intraprendere questo mestiere – e di mestiere si tratta *vedi la recente proposta di un corso di Laurea dedicato – è la reputazione. Per averne una impeccabile, è necessario conoscere gli argomenti trattati, quindi risultare autorevoli, ed essere dotati di ottime capacità relazionali.
Ma se l’influencer viene preso a modello dai suoi followers come fonte di ispirazione, sui social network inizia a prendere piede un altro profilo con cui confrontarsi: quello del nano influencer. Il tipo di rapporto che quest’utente riesce a instaurare con i suoi seguaci assomiglia molto di più a una relazione amicale, basata su consigli di esperienze vissute in prima persona.
Il Nano influencer è l’esperto di settore, il creator credibile che mette a disposizione sulla sua pagina delle conoscenze verticali.
In questo panorama, è difficile per i brand individuare la persona più adatta a cui affidare una campagna. Se da una parte, infatti, l’influencer garantisce maggiore visibilità e – quindi – una efficace promozione del prodotto, dall’altra il nano influencer aumenta l’engagement e riduce i costi per l’azienda.
Daniele Chieffi – Head of Digital Communication Agi – ha parlato di questa tematica e molto altro lo scorso martedì con quattro i quattro ospiti esperti di settore: Paolo Pascolo – Chief Executive Officer Imille; Fabrizio Perrone – Chief Executive Officer Buzzoole; Matteo Pogliani – Head of Digital Openbox e Founder ONIM, Osservatorio Nazionale Influencer Marketing; Alessandra Vivarelli, Celebrity Supporters e TV Placement, UNHCR Italia.
Qui la diretta all’evento per seguire tutto il confronto.

Vuoi saperne di più?

Possiamo aiutare il tuo brand a comunicare le storie più rilevanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment